Dall'inizio dell'anno ad oggi (12 marzo 2014) sono complessivamente 5.526 i terremoti registrati in Italia dalla rete sismica INGV. La maggior parte di questi sono da considerarsi eventi "strumentali" quindi non percepiti dalla popolazione e solo poco più di 400, con esattezza 436, i terremoti compresi fra magnitudo 2.0 e 2.9, anch'essi di difficile percezione. Sono invece 31 i terremoti compresi fra magnitudo 3.0 e 3.9 e solo due hanno superato la magnitudo 4.0. I terremoti strumentali e regolarmente inseriti nelle liste sono 5.057 e sono quelli fino a magnitudo 1.9.
L'area geografica maggiormente interessata è ancora quella degli Appennini Centrali dove, seppur diminuito, è ancora in corso un insistente sciame sismico che sta interessando da un anno la zona poco a Nord di Gubbio (PG).

Anche la Sicilia Orientale è interessata da numerosi terremoti ed in modo particolare si notano gli eventi di subduzione con ipocentri molto profondi localizzati a Nord dello Stretto di Messina e lungo la costa della Calabria Occidentale dove la Placca Africana si immerge sotto quella Eurasiatica spingendo la nostra penisola in direzione Nord-Est.
Sono ancora presenti terremoti nella zona meridionale della Campania e alcuni terremoti vengono ancora registrati al confine con il Molise a seguito del forte terremoto di Mw 5.0 dello scorso 29 dicembre. Alcuni terremoti sono ancora presenti nell'area aquilana, nell'area al confine fra Toscana, Liguria ed Emilia Romagna e in generale tutta la Catena Appenninica da Nord a Sud. Anche il margine di confine alpino è interessato da diversi eventi sismici ed in modo particolare la Carnia, nell'alto Friuli e la zona del Lago di Garda. Quasi assente l'attività fra l'alto Piemonte e l'alta Lombardia. Salento, Sardegna, Sicilia Occidentale e la Pianura padana non fanno registrare eventi significativi. 
La lista completa di tutti i terremoti nazionali maggiori di M 2.0 e i più forti al mondo maggiori di M 6.0 sono disponibili sul sito Tellus Project con la cartina epicentrale e il dettaglio delle zone interessate.

Nella seguente immagine gli epicentri dei 436 terremoti di magnitudo maggiore di 2.0 dal primo gennaio ad oggi.
Clicca sull'immagine per ingrandirla.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FONDAZIONE PERMANENTE G. GIULIANI ONLUS • Codice Fiscale 93049850667
info@fondazionegiuliani.it
Copyright © 2013 • All Rights Reserved