Il 24 marzo 2103 un terremoto di M 3.4 dà inizio allo sciame sismico
Erano le ore 02:38 di un anno fa quando due scosse di M 3.4 e 3.3 davano inizio ad una interminabile sequenza di scosse che ha quasi raggiunto le 10.000 registrazioni.
Lo sciame ha avuto inizio pochi chilometri a Nord-Est di Città di Castello (PG), al confine con le Marche, sullo stesso epicentro interessato nelle ultime ore da nuova attività sismogenetica. Tale sciame andò ad esaurirsi in una decina di giorni quando il 20 aprile 2013 ebbe inizio un nuovo intenso sciame proprio a Città di Castello con due terremoti di M 3.4 e 3.6. Nello stesso periodo inizia ad intensificarsi anche lo sciame, il più rilevante, poco a Nord-Ovest della città di Gubbio che dalla fine di novembre inizia ad aumentare in modo molto più evidente.
Nelle ultime ore i due fuochi ipocentrali stanno rilasciando una interessante sequenza di eventi sia per numero che per magnitudo. Nelle tre zone interessate da sciame sismico, nonostante il numero dei terremoti sia elevatissimo (quasi il 50% dei terremoti nazionali in un anno) la magnitudo massima raggiunta fino ad ora e di 3.9 ed è stata registrata lo scorso 22 dicembre alle ore 11:06 con epicentro nei pressi della frazione di Monteleto nel comune di Gubbio. Va precistao che lo sciame di Città di Castello si è fermato alla fine di Maggio 2013.
L'andamento dello sciame sismico è consultabile dal questo Link. Per monitorare h24 il sismografo on-line clicca qui.

Nella fotografia l'animazione degli eventi sismici negli ultimi 5 giorni suddivisa per magnitudo 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FONDAZIONE PERMANENTE G. GIULIANI ONLUS • Codice Fiscale 93049850667
info@fondazionegiuliani.it
Copyright © 2013 • All Rights Reserved